Roero Arneis DOCG e Langhe DOC
Roero DOCG e Riserva
Barbera d'Alba DOC
Langhe Nebbiolo DOC
Vini Dolci Moscato e Brachetto
Gavi del Comune di Gavi
Vino Rosato

Moscato d'Asti DOCG

Il Moscato è una delle uve più antiche del mondo, numerose testimonianze ne certificano la presenza già ai tempi dei greci e dei romani, soliti accompagnare le abbondanti libagioni col famoso Muscatellum.  Il Piemonte è la regione italiana dove la produzione del Moscato si è maggiormente sviluppata a partire dal 1300, ed oggi se ne produce circa l'80% della produzione totale. Aromatico, dolce ma non stucchevole, il Moscato d'Asti è un vino che sa stupire, è eccezionalmente facile per essere apprezzato dai palati meno avvezzi alla degustazione, ma adeguatamente gioioso da poter essere goduto dagli estimatori. Il Moscato si distingue dagli altri vini per via della fermentazione parziale degli zuccheri contenuti all'interno degli acini, che conferisce la leggerezza e il carattere frizzante;  grazie alle nostre capacità nella vinificazione otteniamo un Moscato profumatissimo, di estrema piacevolezza ed eleganza.

 

Zona di produzione: Comune S.Stefano Belbo
Altitudine: 400 metri
Resa per Ha: 9 ton.
Superficie: 2,5 Ha
Residuo zuccherino: 100 g/lt
Gradazione: 5,0-6,5
Acidità: 5,5-6,5 g/l
Formati: bottiglia( 0.750lt)
Prima annata: 2007

Premi e riconoscimenti
Gambero Rosso Almanacco del Bere Bene Oscar Qualità Prezzo
• Moscato d'Asti docg 2007

Colore: la veste color paglierino possiede ancora riflessi verdi e la spuma forma un bell'anello cremoso.
Olfatto: l’aromaticità punta senza esitazioni verso la freschezza e l’eleganza, con buona evidenza delle note muschiate e mentolate, sottolineate da ricordi di limone candito.
Gusto: la bocca non si discosta dall’impostazione stilistica di raffinatezza dettata dal naso, compiacendosi nella sua magistrale armonia tra zuccheri residui e acidità, mentre il finale cremoso conferma la perfetta integrazione dell’anidride carbonica.
Abbinamenti: il matrimonio classico dice Moscato e paste di meliga o Moscato e zabaione, ma nulla vieta di provare la freschezza del Sorì Richin con una macedonia di frutta, crostate e dolci cremosi.


Scarica le foto ad alta qualità (Formato ZIP)
 Home •  Il Territorio •  L'Azienda •  La Produzione •  Rassegna Stampa •  Contatti •  News •
Copyright © 2007 - Tutti i diritti riservati • P.Iva: 02055600049
Design e Sviluppo Pro-vocazione